Informazioni personali

La mia foto
Roma, Roma, Italy
Scrittrice di romanzi, racconti, fiabe, favole e storie per l'infanzia. Autrice del romanzo "Donne allo specchio" Mef Firenze, della raccolta di Fiabe "Storie di Magia" Happy Art Edizioni Milano.

martedì 27 giugno 2017

http://tottusinpari.blog.tiscali.it/2017/06/27/ingegneria-elevaton-il-libro-dei-fratelli-maurizio-e-patrizia-boi-e-le-immagini-di-sergio-pessolano/

Ingegneria del Futuro o Futuro dell’Ingegneria? 
AUTORI Maurizio Boi – Patrizia Boi – COLLANA i Cortili
ANNO 2017 – PAGINE 592 (150 Immagini Colore/BN)
PREZZO 25,00 € – ISBN 978-88-98981-14-4
Dalla Prefazione scritta dall’ing. Patrizia Lotti, Past Presidente dell’OICE emerge la sostanza di questo libro: «Le tecnologie innovative, gli strumenti all’avanguardia, ma soprattutto i nuovi modelli organizzativi che si stanno ancora sviluppando – come la Wikinomics, il BIM, la Stampa 3D, la Tecnologia Blockchain, i bitcoin, gli Smart Contracts e le Organizzazioni Esponenziali – rappresentano la vera sfida del Futuro.
Ma l’autentica rivoluzione culturale sarà l’approccio professionale di tipo collettivo: “l’Ingegneria Collaborativa” nasce proprio a seguito del passaggio da un’attività svolta da un singolo professionista ad una che necessita di una cooperazione tra professionalità dotate delle più elevate specializzazioni.
L’intelligenza lucida e attenta che guarda alle possibilità future della professione di Maurizio Boi, il percorso letterario e creativo di Patrizia Boi e le meravigliose inquadrature dei Popoli che abitano il nostro pianeta di Sergio Pessolano si coniugano perfettamente in questo libro che esamina ed evidenzia nuove figure professionali per un’Ingegneria Elevato(n)».
Ormai l’evoluzione tecnologica galoppa a ritmo esponenziale ed ogni campo del sapere ne viene coinvolto, stravolto e trasformato. A maggior ragione gli ambiti dell’Ingegneria, dell’Architettura e delle Costruzioni che sono intimamente connessi con la digitalizzazione, la connessione e la connettività. Le figure professionali, un tempo individuate con certezza e tutelate da Albi e Ordini, sono letteralmente trasfigurate dai cambiamenti repentini e incessanti a cui ci pone innanzi il mondo globale e anche le loro certezze sono drammaticamente poste in discussione. Eppure, dai momenti di crisi più profonda di ogni individuo, di ogni gruppo, di ogni società, di ogni categoria, emerge sempre qualcosa di nuovo, si aprono altre possibilità, può nascere un’idea creativa che potrebbe rivoluzionare l’uomo, il professionista, il settore, il mondo stesso.
Maurizio, Patrizia e Sergio esplorano, ognuno con la propria prospettiva, il movimento che si sta generando nel grande organismo vivente che costituisce l’intelligenza collettiva dell’Umanità. Il cambiamento ha sempre spaventato l’Uomo in ogni epoca, come quell’essere mostruoso creato dalla mente diabolica del Dottor Frankenstein, un essere deforme, pieno di cicatrici e con gli occhi tenebrosi, eppure così attraente come lo sono i viaggi in mare senza nessuna direzione precostituita.
D’altro canto nasce anche un bisogno etico di dare una direzione al mondo che tenga in considerazione l’ambiente. Nella lettera Enciclica di Papa Francesco sulla cura della Casa Comune «l’ambiente si situa nella logica del ricevere. È un prestito che ogni generazione riceve e deve trasmettere alla generazione successiva». E la categoria professionale di Ingegneri, Architetti e Costruttori può essere davvero incisiva nel definire progetti mirati al rispetto ambientale. Se un medico può salvare una vita umana con le sue cure, il professionista, progettista di un’opera, può creare benessere all’uomo facendolo vivere in abitazioni, comode, salubri, sicure, progettando opere che contribuiscano al suo benessere e strutture che riducano le sue fonti di stress.
La connettività fornisce una moltitudine di dati e consente di confrontare con estrema rapidità le più disparate esperienze provenienti da ogni angolo del pianeta, dagli esperti più riconosciuti nel settore, agli appassionati improvvisati, al ragazzino geniale che si inventa un prodotto innovativo quasi per gioco.
Il progresso è davvero “inevitabile”, come recita l’ultimo capitolo di quest’opera, vale la pena di prepararsi al suo arrivo con fiducia per poterlo affrontare con maggiore consapevolezza.
Il libro non è strettamente rivolto a operatori del settore, ma si presta alla curiosità di qualunque lettore assetato di conoscenza, appartenente alla vecchia guardia o alla Net Generation.
«All’interno del libro – ci racconta Patrizia Boi – c’è un capitolo sull’Innovazione nel campo del Restauro scritto dal Professor Architetto Roberto Luciani, uno dei massimi esperti di Restauro in Italia che ha ricoperto, per circa un decennio, un importante ruolo alla Soprintendenza di Sassari restaurando numerose opere. Ogni capitolo del libro termina con una conversazione tra professionisti che spiega in modo semplice le caratteristiche salienti dell’argomento trattato. Nel corso delle presentazioni, grazie alla collaborazione con Il Gremio dei Sardi presieduto da Antonio Maria Masia, tre attori soci dell’associazione stessa, Ilaria Onorato, Alessandro Pala e Luca Martella, interpreteranno alcuni dei brani scelti per l’occasione. Dalle foto contenute in questo libro – conclude l’autrice – il Gremio ha progettato anche la produzione di un video con le foto di Pessolano e le musiche scelte dalla nostra regista Alessandra Peralta».
Maurizio Boi, Ingegnere, è Vicepresidente dell’OICE (Associazione delle Organizzazioni di Ingegneria e di Consulenza Tecnico-Economica), membro del consiglio di amministrazione dell’EFCA (European Federation of Engineering Consultancy Associations) e, da giugno 2014, delegato dall’OICE come rappresentante italiano in FIDIC (International Federation of Consulting Engineers). Nel febbraio 2016, ha costituito la start up innovativa TE.x che mira ad introdurre nel settore dei servizi di Ingegneria e Architettura metodi e strumenti straordinariamente innovativi, facendo leva su un’intensa attività di ricerca sviluppata da personale altamente qualificato. L’azienda è affiancata dalla community CollEngWorld – www.collengworld.com – che attualmente conta circa un migliaio di membri da 35 Paesi nel mondo e promuove il nuovo modello dell’Ingegneria Collaborativa.
Sergio Pessolano, fotografo romano, classe 1956, fin dagli anni ’70, ancora giovane studente di medicina, ha documentato le manifestazioni di protesta di quegli “anni di piombo” con i suoi appassionati servizi fotografici, per giungere nella sua maturità a dedicarsi esclusivamente al reportage etnico e geografico, come dimostra il suo libro Frammenti di un mondo (Ed. La camera Verde). Per realizzare i suoi scatti ha viaggiato attraverso più di trenta Paesi: le sue immagini ritraggono soprattutto facce, occhi, sguardi, volti rugosi, visi luminosi, ma anche luoghi, ambienti e opere d’arte della natura e del genio umano, lasciando trasparire la bellezza delle culture più variopinte e incredibili del mondo.
Patrizia Boi è nata a Cagliari e vive a Roma dove lavora come ingegnere civile. Scrive romanzi, racconti, fiabe, favole e storie per l’infanzia oltre che articoli e interviste. È Autrice del romanzo Donne allo specchio pubblicato nel 2006 da L’Autore Libri Firenze nella collana: Biblioteca 80-Narratori, nel 2008 giunto alla terza edizione e della raccolta di Fiabe Storie di Magia illustrato da Maria Cristina Lo Cascio e pubblicato nel 2011 dalla Happy Art Edizioni di Milano, nella collana Le Radici, con il patrocinio della Provincia di Cagliari, della Commissione Pari Opportunità della Provincia di Cagliari e della Associazione Europea dell’Allegria. Alcune sue filastrocche sono state pubblicate nel 2007 sulla rivista mensile Noidonne e in rete. Nel 2009 ha pubblicato una serie di racconti nel quotidiano Il Nuovo Territorio di Latina e nel 2011 una serie di storie sulla rivista Le Donne Raccontano di Milano. È presente nella plachette Oltre italianuda Edizione elettronica La città e le stelle – 2010. Dal 2011 collabora con il Mensile Sardinews, per il quale ha pubblicato la Fiaba Il Mascheraio Magico. Dal 2012 collabora con la rivista bilingue e multiculturale indipendente di cultura e spiritualità contemporanea Contemporary Literary Horizon, dove ha pubblicato, in italiano con traduzione rumena a fronte, le Fiabe, Il Mascheraio Magico, Il Mago Palandrana e la vecchia Zaira, La Chiavetta Magica, Il Principe Amos e la Ballerina dal cuore d’oro, Il Pinguino Imperatore.
Dal 2013 scrive articoli, interviste e fiabe per Wall Street International Magazine per il quale ha pubblicato le fiabe: La Regina di Pietra e il Ragazzo di Legno; Amos e la ballerina dal cuore d’oro; Lug e suo figlio Catorchio; Perla, la donna scheletro; Il Saggio, lo Scemo e la Cagnetta; La Magnolia dai fiori di porpora; La donna delle ossa; Luchino e la ranocchia; L’Albero Andronico; Erlak, la Donna Foca; La Fata Alba Spina; Il Ginepro e la Gineprina; Il Larice innamorato. Dal 2014 collabora con il giornale Tottus in Pari, con il portale di cultura e informazione Controluce e con il periodico inipendente di cultura e informazione cinematografica I Diari di Cineclub. Nel corso del 2014 ha pubblicato, sempre per Wall Street International Magazine, a puntate il volume  LegenDe di Piante – Nostra Protezione ed equilibrio in terra, scritto in collaborazione con l’erborista Lidia Costa e la costellatrice Lucia Berrettari. Una scrittrice, la cantastorie, un’erborista, la donna di medicina, una costellatrice, la strega guaritrice, interpretano con le loro diverse arti lo spirito e la magia delle piante e il loro potere di guarigione. Dal 2015 collabora con la casa editrice “dei Merangoli” per la quale organizza eventi e per la quale è in corso di pubblicazione una monografia su Roberto Luciani – Architetto, Archeologo, Storico dell’Arte. Dal 2016 collabora pubblicando articoli e studi sull’ambiente con la Community Internazionale The World of Collaborative Engineering – A creative Revolution.

Nessun commento:

Posta un commento